Giana M. Petronio Andreatta, È stata tutta luce

 maggio 2017

La storia di una coppia e di un amore, il ritratto di una famiglia, un capitolo della storia politica e sociale recente: le memorie di Giana Petronio Andreatta.

La storia di Giana, che conosciamo studentessa diciannovenne a Milano alla fine degli anni cinquanta, e dell’amore della sua vita, Nino, assistente fuori sede, più grande di lei di alcuni anni. Lui è Nino Andreatta, destinato a diventare una figura di grande importanza nella storia italiana recente. Nel racconto di Giana, che diventerà psicoanalista, scorre la loro vita insieme, ricordata attraverso le memorie dei fatti minuti, quotidiani e privati, mentre in parallelo si dipanano gli impegni accademici e pubblici, gli incarichi governativi, fino

alla frattura: l’arresto cardiaco, il coma prolungato, la fine. Una storia di persone ma anche un frammento di storia sociale: una famiglia italiana dagli anni del dopoguerra a oggi, una classe dirigente appassionata, un ritratto di borghesia impegnata.

CONDIVIDI!
No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.