Fabiola Paterniti, autrice del libro "Tutti gli uomini del Generale. Storia inedita della lotta al terrorismo"

La storia inedita della lotta al terrorismo a Passaggi Festival

Fabiola Paterniti presenta a Passaggi un libro frutto di anni di meticolose ricerche, un testo ‘necessario’, in grado di riscrivere la storiografia ufficiale dei nostri anni più bui

Venerdì 24 giugno, appuntamento in piazza XX Settembre con Fabiola Paterniti e il suo libro Tutti gli uomini del Generale. Storia inedita della lotta al terrorismo.

Tutti gli uomini del Generale. Storia inedita della lotta al terrorismo, è il libro intenso e coraggioso di Fabiola Paterniti, giornalista di Servizio Pubblico, l’unica ad aver intervistato recentemente i protagonisti del Nucleo Speciale Antiterrorismo guidato, nei violenti anni di piombo – all’incirca tra il 1974 e il 1976 – dal generale Carlo Alberto dalla Chiesa.
«Eravamo un corpo estraneo, compatto, autonomo, e questo dava fastidio…»; «noi eravamo soli, come lo siamo ancora, anche a quei tempi…»; «non eravamo ben visti anche all’interno dell’Arma… perché eravamo autonomi… e molti magistrati non potevano vederci…»; «il nostro essere uniti era la forza che avevamo…»; «il lavoro si faceva con professionalità, serietà e sacrificio…»: voci che oggi risuonano cristalline , ma segrete e appena sussurrate in quei tempi drammaticamente oscuri.

Libro amaramente accurato in tutte le sue pieghe, che possiede la grande forza di svelare operazioni poco conosciute, talvolta inedite, oltremodo inquietanti: le complesse relazioni tra la politica e il Generale dalla Chiesa


Ecco, allora, che quello che contiene questo libro essenziale e inevitabilmente vivo sono segreti taciuti per tanti – troppi – anni, raccolti con passione e dovizia da una giornalista che non teme di indagare, di ricercare dopo tanti anni un doloroso ‘vero’, e farne poi debito servizio per tutti noi. Che cosa facevano questi uomini invisibili, come si muovevano, che tattiche usavano? L’autrice ci racconta di come fossero un manipolo coraggioso di investigatori, di super ricercatori costantemente e pericolosamente sulla traccia: la scrittrice si fa anche lei, come loro, acuta investigatrice, scrutatrice paziente di un’ampia, profonda e ancor più lacerante verità. Una ricostruzione scrupolosa la sua, realizzata attraverso le interviste a quei sette invisibili carabinieri, gli uomini fidati del generale dalla Chiesa: la sua famiglia, i suoi angeli custodi. Oltre a queste, il libro contiene anche le interviste ai due magistrati Gian Carlo Caselli, che ha coordinato le indagini sulla colonna torinese delle BR, e Armando Spataro, a sua volta sulla colonna di Milano. Dalle loro testimonianze si riesce ad apprendere come funzionasse la macchina investigativa in tutti i suoi ingranaggi.

Libro amaramente accurato in tutte le sue pieghe, che possiede la grande forza di svelare operazioni segrete o poco conosciute, addirittura inedite, oltremodo inquietanti: le complesse relazioni tra la politica e lo stesso Generale, nonché le tristi, svilenti motivazioni per cui il nucleo fu soppresso e la straordinaria struttura creata da dalla Chiesa bloccata, così da permettere alle Brigate Rosse di tornare a colpire puntuali e senza pietà, con il sequestro e l’omicidio di Aldo Moro. Quale è, dunque, il senso di questo studio? Certamente il grande desiderio di riuscire, almeno in parte, a restituire una verità aspra e penosa in tutti i suoi risvolti, ed una dignità storica ad un evento apparentemente rimosso dalla coscienza collettiva, rendendo onore al sacrificio di un uomo giusto, ad una figura che dopo più di trent’anni dagli omicidi di Via Carini a Palermo, in quel tragico settembre 1982, viene investita di una verità finalmente libera dal velo dell’ipocrisia: «questa verità storica sul terrorismo la aspettavo da decenni, perché per troppo tempo ho sentito racconti di realtà che non ho mai conosciuto e non c’è cosa più sgradevole ed umiliante di veder raccontare una storia che non è esistita e di veder tacere una storia che è esistita», ha dichiarato, in occasione della pubblicazione di questo libro, Nando dalla Chiesa, erede non solo biologico, ma anche spirituale, del padre e del suo altissimo senso etico. Il Generale non a caso amava dire: «ci sono cose che non si fanno per coraggio. Si fanno per poter continuare a guardare serenamente negli occhi i propri figli e i figli dei nostri figli».

Il libro

Fabiola Paterniti, Tutti gli uomini del generale – La storia inedita della lotta al terrorismo
Melampo; dicembre 2015.
Pagine 224; 16 euro.

Save the Date:

Venerdì 24 giugno, ore 22.15 – 23.15, Piazza XX Settembre, Palco centrale. L’autrice Fabiola Paterniti conversa con Andrea Orlando (Ministro della Giustizia), Simona dalla Chiesa (figlia del Generale dalla Chiesa), Gennaro Nuvoletta (carabiniere, ex autista Generale dalla Chiesa).

Per consultare l’elenco (con schede descrittive) dei libri che verranno presentati venerdì 24 giugno, ecco il link.


Articolo di Pier Paolo Franceschini 

CONDIVIDI!
No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.