estate dei libri

L’estate del libro si festeggia a Fano: da Corrado Augias a Felice Gimondi pensando alla felicità possibile

Dal 23 al 26 giugno, la città apre le porte alla cultura del libro con la quarta edizione del Passaggi Festival. Numerose le presentazioni che avranno luogo nella centralissima piazza XX Settembre con la partecipazione di giornalisti, politici, storici e intellettuali che si confronteranno sul tema la “felicità possibile”.

Due i premi conferiti in questa edizione: il Premio Andrea Barbato, patrocinato dall’Ordine dei Giornalisti delle Marche, sarà conferito a Corrado Augias che aprirà il festival giovedì 23 giugno, mentre il Premio Passaggi sarà consegnato all’ex magistrato di “Mani pulite” Gherardo Colombo (24 giugno).

Due i rappresentanti del governo presenti. Il ministro della Giustizia Andrea Orlando (24) ripercorrerà la storia degli uomini che furono con il generale dalla Chiesa nella lotta al terrorismo e alla mafia. Con Orlando, saliranno sul palco l’autrice Fabiola Paterniti, la figlia del generale Simona dalla Chiesa e il carabiniere Gennaro Nuvoletta che in quegli anni difficili era il suo autista.

Il ministro delle Politiche agricole Maurizio Martina (25) presenterà il suo libro “Dall’Expo all’Italia” insieme al fondatore di Eataly Oscar Farinetti, autore di “Migliorare si può”, al presidente di Coop Alleanza 3.0 Adriano Turrini  e al giornalista del Corsera Lorenzo Salvia.

Molteplici le questioni affrontate nelle presentazioni: la criminalità organizzata, con “Passaggio a Nord” di Nando dalla Chiesa (25); la corruzione, con “Il facilitatore” scritto da Sergio Rizzo intervistato da Milena Gabbanelli (23); la politica di ieri e quella di oggi con due “colonne” della prima Repubblica, Emanuele Macaluso (“Il sonno della politica”) e Ugo Intini (“Lotta di classi tra giovani e vecchi?”) intervistati dalla giornalista della 7 Gaia Tortora (25); l’immigrazione e l’Europa con il libro “L’assedio” dell’editorialista del Corsera Massimo Franco (25); le relazioni uomo—donna in quest’epoca drammatica di ‘femminicidi’ insieme alla psicologa Maria Rita Parsi (“I maschi son così”), all’opinionista e blogger Selvaggia Lucarelli e alla giornalista Simona Cangelosi (24); le unioni civili con il magistrato Melita Cavallo (26), ex presidente del Tribunale per i minori di Roma, autrice del libro “Si fa presto a dire famiglia” e arrivata alla ribalta nazionale  per le sue sentenze che hanno aperto le porte alla stepchild adoption.

Molti i temi e molte le storie, come quella pericolosa e dura di Karim Franceschi (23), unico italiano combattente per la libertà insieme ai curdi di Kobane contro le armate nere dell’Isis: a intervistarlo sarà Lucia Goracci, inviata in Medio Oriente di Rainews24, testata media-partner della manifestazione. Oppure quella familiare e toccante di Pierluigi Battista (23); il noto editorialista e autore del best-seller “Mio padre era fascista” converserà con Alessandra Longo di Repubblica e l’opinionista tv Giampiero Mughini. Ed anche quella professionale e tenace del fondatore e oggi presidente del Fatto Quotidiano Antonio Padellaro (24), intervistato da Giorgio Santelli di Rainews24.

Nella pausa cena, dalle 20 alle 21.15, sempre in piazza XX settembre, si aprirà l’area libri e degustazioni, curata da uno dei massimi esperti di giornalismo enogastronomico, Alfredo Antonaros, con tre titoli sulla “felicità dell’Olio, del Pane e del Vino”: Luigi Caricato (23, “Atlante degli oli italiani”), il direttore di Winesurf Carlo Macchi (24, “Giulio Gambelli. L’uomo che sapeva ascoltare il vino”), Lorena Fiorini (25, “Il grande libro del pane”).

Nella Chiesa di San Francesco, dove sono in programma eventi legati alla poesia e la Notte Bianca, sabato 25 uno degli attori più amati di Gomorra, Salvatore Striano, presenterà il suo “La tempesta di Sasà”, raccontando come il riscatto d’una vita possa arrivare dalla lettura di Shakespeare.

Straordinaria la conclusione del festival (26), con due grandi campioni del ciclismo, entrambi autori di un’autobiografia: Felice Gimondi e Francesco Moser saliranno insieme sul palco con il giornalista Mario Sconcerti, prima firma sportiva del Corriere della Sera e notissimo volto tv, già premiato a Cesena nel 2014 col il Premio Passaggi Sport per la letteratura sportiva.

(Nell’immagine: un momento della confertenza stampa di venerdì 20 maggio; da sinistra il presidente del Festival Cesare Carnaroli, il vice sindaco e assessore ala Cultura Stefano Marchegiani, il sindaco Massimo Seri, l’assessore alle Biblioteche Samuele Mascarin, il vice presidente del Consiglio regionale Renato Claudio Minardi, l’ideatore e direttore del Passaggi Festival Giovanni Belfiori, la coordinatrice di segreteria dell’evento Ludovica Zuccarini, il responsabile Volontari del festival Giovanni Monaldi)

CONDIVIDI!
No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.